Quarantennale testimonianza di Gerry Guida

Ho conosciuto Gerry Guida nel 1997, in veste di giovane poeta, allorquando, su suggerimento del comune amico Gezim Hajdari, mi propose di leggere la sua prima raccolta “Il Seme del Dubbio” ancora inedita, per un giudizio e una auspicata prefazione. Apprezzai molto le sue poesie, scrissi volentieri la prefazione e contribuii fattivamente alla pubblicazione. Allora Gerry era uno studente universitario di lettere con un interesse spiccato per le discipline dello spettacolo ed in particolare per il cinema, ed essendo io un fervente cinefilo spesso discorrevamo amabilmente della settima arte o decima musa.
In seguito, ci siamo un po’ persi di vista, ma, da una decina d’anni, quando ormai Gerry era diventato un critico e storico cinematografico, i nostri cammini sono tornati a incrociarsi ed è nata una costante e proficua collaborazione tra noi (abbiamo scritto insieme e pubblicato i volumi “Dieci registi in cerca d’autore [2014]” e “”C’eravamo tanto amati” [2017]) e le nostre due Associazioni.
Ringrazio l’amico Gerry per la sua importante e puntuale testimonianza, che ben descrive la valenza interdisciplinare dell’attività della Compagnia Teatro dell’Appeso, sempre aperta alla collaborazione e alla contaminazione artistica e culturale.

Amedeo di Sora

<< Innanzitutto, tanti auguri per un traguardo così importante, per questi quarant’anni di prestigiosa attività culturale! Un plauso alla tua costanza, alla tua passione e al tuo talento caro Amedeo che hai profuso in questi quattro decenni, segnalandoti come uno dei maggiori punti di riferimento culturale del nostro territorio e non solo. Di seguito voglio ripercorrere alcune tappe che ci hanno visto protagonisti insieme, grazie alla collaborazione tra le nostre Associazioni Cine@rte e Teatro dell’Appeso, che dura ormai da un decennio, collaborazione che si è espressa maggiormente all’interno di due manifestazioni: Il Cinema e la Memoria e Il Teatro e le voci. Il Cinema e la Memoria, manifestazione volta alla promozione cinematografica, che abbiamo ideato e diretto in perfetta sintonia, si è resa protagonista nel corso degli anni, di prestigiosi omaggi come: “La grande stagione della commedia all’italiana”, “Vittorio De Sica: 110 e lode”, “Alberto Sordi: la maschera e l’uomo”, “Mario Monicelli: centenario della nascita”, “Dino Risi: centenario della nascita”, “Lino Capolicchio: cinquant’anni di carriera”, “Franco Zeffirelli: Romeo & Giulietta, a cinquant’anni dal capolavoro”, “Massimo Troisi: Ricomincio da te! 25° anniversario dalla scomparsa!”, “Pasqualino De Santis: a cinquant’anni dal Premio Oscar” (con la trasferta presso il Teatro Fellini di Cinecittà). Tra i tantissimi ospiti intervenuti - in convegni, presentazioni editoriali e masterclass - da ricordare: Luca Verdone, Claudio Risi, Lino Capolicchio, Manuel De Sica, Giovanna Ralli, Andrea Balestri, Renato Scarpa, Tonino Valerii, Emilio D’Alessandro, Janette Woolmore, Caterina D’Amico, Silvia D’Amico, Claudio Cirillo, Daniele Nannuzzi, Adolfo Bartoli, Pino Venditti, Roberto Girometti, Davide Mancori, Fabio Melelli, Sergio D’Offizi, Alfio Contini, Graziano Marraffa, Sergio Marra, Simone Marra, Federico Savina, Sergio Bassetti, Carla De Santis, Marco Grossi, Ernesto G. Laura, Enrico Lancia, Erico Menczer, Marco Leandris, Sandro di Stefano, Maria Pia Casilio, Lorenzo Baraldi, Gianna Gissi, Stefano Landini, Rodolfo Traversa, Massimo Loffredi, David Grieco, Leonardo Bragaglia, Oreste De Fornari, Lilly Ippoliti, Adalberto Beribè, Diego Mondella, Amedeo Fago, Saverio Vallone, Marco Pontecorvo, Alessandro Riccardi, Viviana Panfili, Janet De Nardis, Federica Paniccia. Tra i tanti eventi da ricordare quindi, in occasione del centenario della nascita di Dino Risi, l’esposizione dell’auto originale protagonista del film Il Sorpasso , la mitica Lancia Aurelia B24 e per le celebrazioni per i cinquant’anni del capolavoro di Franco Zeffirelli, Romeo & Giulietta, l’esposizione-evento del Premio Oscar conquistato da Pasqualino De Santis per la cinematografia, corredata da una mostra fotografica, impreziosita da vari cimeli cinematografici d’epoca (oggetti di scena, macchine da presa), comprensiva del Nastro d’argento. Tra le tante proiezioni in pellicola 35 mm - in collaborazione con la Cineteca Nazionale e il Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma – da segnalare quelle di capolavori come: Il Sorpasso di Dino Risi, I Mostri di Dino Risi, I Soliti Ignoti di Mario Monicelli, Una vita difficile di Dino Risi, Il Vigile di Luigi Zampa, Polvere di stelle di Alberto Sordi, Il Giardino dei Finzi Contini di Vittorio De Sica, Profumo di donna di Dino Risi, Ladri di bicilette di Vittorio De Sica, Pugili di Lino Capolicchio, Il diario di Matilde Manzoni di Lino Capolicchio, Non ci resta che piangere di Roberto Benigni e Massimo Troisi, Sciuscià di Vittorio De Sica, La Ciociara di Vittorio De Sica, Il marchese del Grillo di Mario Monicelli, Romeo e Giulietta di Franco Zeffirelli. Infine mostre, spettacoli, recital, masterclass come: Elementi di doppiaggio con Rodolfo Traversa, Pinocchio racconta Pinocchio di e con Andrea Balestri, Palazzeschi di e con Rodolfo Traversa, L’arte della Cinematografia-AIC con Daniele Nannuzzi, Luci, Costumi, Ambienti con Gianna Gissi, Lorenzo Baraldi, Sergio D’Offizi, Cinema e Reportage con Roberto Girometti, Tra Immagine e Suono con Roberto Girometti e Federico Savina, Voci nell’ombra con Roberto Chevalier, I ricordi e l’oblio –Omaggio a Marcello Mastroianni e Omaggio a Ingmar Bergman nel centenario della nascita a cura della Compagnia Teatro dell’Appeso, la mostra Marcello Caro… con Federico, Marlon e James dell’artista David Parenti, dedicata a Marcello Mastroianni, a vent’anni dalla scomparsa. Un’infinità di ospiti e manifestazioni, che hanno accompagnato l’ultimo decennio di stretta collaborazione. Ancora tanti auguri all’amico Amedeo, e a presto per altre avventure culturali! >>

Gerry Guida, storico e critico cinematografico

  INFORMATIVA PRIVACY

Copyright© 2011 Compagnia Il Teatro dell' Appeso